Regione Puglia - Servizio Energia - Entrata in vigore del D.M. 26.06.2015. Trasmissioni APE.

Pubblicata il 01 October 2015

11.11.2015_il Servizio Energia della Regione Puglia, con nota prot. n. 4510 del 09.11.2015 ha evidenziato che, a seguito di una verifica a campione sugli APE, sono state riscontrate anomalie:

- assenza di firma digitale o mancata apposizione di firma olografa e timbro dell'Ordine/Collegio di appartenenza

- mancata trasmissione a corredo dell'APE di copia di documento di identità in corso di validità, in caso di apposizione di firma olografa.

Si invita, pertanto, a rispettare le nuove tassative indicazioni, in vigore dal 01.10.2015

> prot. n. 4510/2015

 

Il Servizio Energie Rinnovabili, Reti ed Efficienza Energetica della Regione Puglia, con nota prot. n. 0004191 del 19.10.2015, ha comunicato che dal 01 ottobre 2015 sono entrati in vigore anche nella nostra Regione, i decreti:

- decreto 26.06.2015 "Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici"

- decreto 26.06.2015 "Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici"

- decreto 26.06.2015 "Adeguamento del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 26.06.2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici".

In attesa che la Regione Puglia adotti apposita disposizione normativa in materia di certificazione energetica, e in applicazione dei citati decreti, la Regione Puglia ha disposto che gli attestati prodotti, redatti dai soggetti abilitati ai sensi del DPR n. 75/2013, devono contenere necessariamente, pena l'invalidità, i requisiti minimi previsti dall'art. 4, commi 3 e 4 del D.M. su indicato e relativo alle Linee guida.

Pertanto, la registrazione dell'APE (Attestazione di Prestazione Energetica) da parte dei soggetti certificatori, per quanto riguarda la Regione Puglia, dovrà avvenire come di seguito indicato:

- l'APE dovrà essere necessariamente inviata, in formato .pdf , a mezzo PEC, all'indirizzo di posta elettronica certificata: prestazioni.energetiche@pec.rupar.puglia.it

- l'APE redatta a far data dal 1° ottobre 2015, dovrà essere resa secondo il format approvato con il DM 26.06.2015 ed allegato alle nuove Linee guida (appendice B)

- l'APE resa nel rispetto di quanto stabilito dall'art. 47 del DPR n. 445/2000 e dell'art. 15, co. 1 DLgs. n. 192/2005, come modificato dall'art. 12 D.L. n. 63/2013 in materia di dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà, dovrà essere inviata secondo le modalità sopra indicate (casella PEC) e firmata con una delle seguenti procedure:
a) con firma digitale, dal soggetto certificatore 
b) in mancanza di firma digitale, deve essere sottoscritta secondo le modalità ordinarie e corredata da valido documento di identità.

Ai fini dell'obbligo di registrazione dell'APE, la Regione Puglia specifica che nelle more dell'attivazione del Catasto Energetico Regionale, l'attestazione di avvenuta consegna della PEC trasmessa, equivale all'attestazione di marcatura temporale e codice identificativo ai fini del riconoscimento del suo valore per tutti i requisiti di legge.

> prot. n. 00004191/2015 - Regione Puglia

 

 

 

TAG



I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di OrdineArchitettiBat.it Ulteriori informazioni